La redazione

La redazione de lavoce.info è attualmente costituita da 41 membri “stabili” e da centinaia di collaboratori attivi. Vuoi saperne di più? Puoi trovare tutte le informazioni sulla nostra redazione in questa pagina.

Cosa vogliamo

lavoce.info è un sito di informazione economica che si ispira a tre principi:

Indipendenza: crediamo nella libertà e nell’indipendenza dell’informazione. Per questo, non ospitiamo pubblicità sul nostro sito, e non siamo finanziati in maniera esclusiva da un unico singolo soggetto esterno. I nostri contenuti sono sviluppati grazie all’impegno volontario di redattori e collaboratori.

Eccellenza/professionalità: crediamo nell’importanza di fornire una informazione corretta e di alta qualità. Internet dà la possibilità di aprire senza spese pagine su social media e blog, pubblicandovi testi e commenti senza filtri e controlli. Tutti i nostri articoli, al contrario, passano attraverso un attento processo di referaggio in cui la redazione fa proposte di modifica, integrazione e miglioramento del testo iniziale al fine di garantire qualità e correttezza.

Gratuità: crediamo in una informazione accessibile per tutti e non per pochi. Per questo l’accesso al sito e a tutti i suoi contenuti è gratuito.

La nostra ambizione è essere approfonditi e rigorosi nelle analisi, con lo scopo di offrire un servizio utile a tutti coloro che accettano di misurarsi senza pregiudizi su questioni talvolta complesse. Vogliamo essere una testata che offre spunti di riflessione e proposte e che al contempo svolge la funzione di watchdog, di cane da guardia, della politica economica.
Un ruolo ambizioso, ma non presuntuoso, che portiamo avanti dal 2002.

Perché sostenerci?

Lavoce.info, fondata nel 2002, non è un blog, ma un sito di informazione complesso e strutturato. Si basa sull’impegno volontario di redattori e collaboratori. Ma per assicurare la qualità degli articoli e della loro presentazione è necessario un desk che si occupi della “cucina” del sito. La nostra struttura redazionale costa circa 110 mila euro l’anno, che per oltre il 60 per cento serve a coprire i costi del personale dedicato all’attività principale del sito e per la parte restante copre i servizi esterni e di supporto all’associazione. Le collaborazioni editoriali coprono solo in parte nostri costi e costituiscono solo un quarto circa dei nostri ricavi. Quindi, per non rinunciare alla nostra indipendenza, abbiamo bisogno del contributo dei lettori. Convinto? Sostienici o scopri come spendiamo i vostri soldi.