logo


  1. Mario Paternò Rispondi
    Buongiorno Professore, cosa intende qunado parla di "adeguare il sistema educativo sia alle nuove tecnologie sia alla universalità e flessibilità dei saperi"?
    • ugo colombino Rispondi
      Innovare conteniti e metodi di insegnamento in base ai nuovi strumenti: Informatica, analisi dei dati, visualizzazione ecc.
  2. Firmin Rispondi
    L'esercizio è suggestivo e mostra che l'unica riforma veramente efficace sarebbe un aumento della produttività senza perdita (o con un aumento) di occupazione. Con un simile impulso alla crescita il fisco conterebbe relativamente poco. E questo è un buon motivo per non occuparsene troppo. La domanda è: come si realizza un miracolo simile? Ovvero: chi assorbirebbe la maggiore produzione? Mi pare evidente che la domanda estera non può essere così elastica e persistente, se non altro perché gli altri paesi non starebbero a guardare. Resta la domanda interna, sostenuta dai maggiori salari, che assorbirebbero tutto l'aumento di produttività. Ma allora i margini di profitto non aumenterebbero e quindi nessun imprenditore avrebbe interesse ad espandere la produzione nel nostro paese, a meno di ipotizzare l'avvio di un analogo processo di riduzione dei profitti in tutto il mondo. Mi sembra uno scenario improbabile.
    • ugo colombino Rispondi
      In base al suo ragionamento nessun aumento di produzione sarebbe mai possibile. Invece accade, grazie al progresso tecnico-organizzativo.
  3. Savino Rispondi
    Base imponibile nello stock di patrimonio; basta parlare di pensioni e dei pensionati garantiti e più flessibilità nell'età lavorativa; basta distinzione tra lavoratori garantiti e non garantiti; politiche attive del lavoro più concrete.