In occasione della Giornata internazionale della donna, lavoce.info propone un’uscita speciale tutta di autrici.

Il rischio che la crisi da Covid moltiplichi le disuguaglianze è alto. Finora gli ammortizzatori sociali hanno attutito la dispersione del reddito da lavoro ma sul lungo periodo servono soluzioni strutturali. A prescindere dal tipo di impiego, le lavoratrici sono più soggette al rischio di sperimentare interruzioni nell’attività lavorativa. E non va meglio per le cure assistenziali: le donne fanno più fatica a ottenerne e ne danno di più. La pandemia ha cambiato anche allocazione del tempo delle donne. Accentuando divari già esistenti tra i partner.
Le bambine in matematica ottengono punteggi più bassi dei loro coetanei maschi, in particolare in Italia. Come colmare il gap? Per esempio con metodi di apprendimento attivo e cooperativo. Non solo la scuola: a essersi fermate sono anche molte attività extra-scolastiche. Con ripercussioni pesanti sullo sviluppo socio-emotivo dei bambini, che si vanno ad aggiungere a quelle sull’apprendimento.
Qual è la condizione delle donne in Cina? Dalla politica del figlio unico a quella sulla proprietà immobiliare, le disparità di opportunità sono senza eguali. Con un peggioramento nell’ultimo quindicennio.

È online la prima puntata della terza stagione de lavoce in capitolo, il podcast de lavoce.info: “Come cambia il Recovery Plan con Mario Draghi”, ospiti Massimo Bordignon e Carlo Altomonte. Venerdì prossimo parleremo di Ue e vaccini.

Spesso un grafico vale più di tante parole: seguite la nostra rubrica “La parola ai grafici”. Qui il nostro slideshow speciale per l’8 marzo.

Nel momento della scomparsa della madre di Francesco Daveri, Claudia Armani, la redazione si stringe attorno all’amico e collega.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!