logo


  1. Savino Rispondi
    Basta con gli esperimenti sociali di Roberto Speranza e Walter Ricciardi.
  2. MP Rispondi
    Meravigliano molto le vostre analisi, parziali, che non affrontano il problema e non arrivano a nessuna conclusione utile. Il cancro dell'Italia è la spesa pubblica che, per comodità, voi non affrontate. Quindi occorre tagliare tutto cio' che non produce beni o servizi per abbassare le tasse e allentare la morsa della tassazione sul lavoro produttivo. Unico provvedimento utile del precedente governo è stato quello di eliminare 350 parlamentari. Su circa 800 MLD/anno di spesa pubblica, il 25% di taglio annuale ci rimetterebbe in carreggiata, cominciando dagli stipendi pubblici oltre i 2000 euro, comparativamente non giustificato dal mercato.
  3. Jel Rispondi
    Lo statalismo con la sua burocrazia non è solo un fastidio, è un macigno che impedisce all’Italia di correre, o anche solo di camminare. Un handicap che ci azzoppa e che costa miliardi di euro alle imprese, mentre gli altri paesi crescono noi siamo lì, inchiodati a qualche sportello. Magari a pagare una tassa, visto che abbiamo anche questo record: addirittura un centinaio tra addizionali, imposte, ritenute e tributi, Inps, Inail, Iva, Tosa, Cimp, Ires, Irap, Irpef. E poi la tassa sull’ombra, quella sui passi carrai, la tassa sui rifiuti, la tassa sulle bonifiche… E molte altre, come racconta la repubblica dei mndrini. ANTIEVASIONE: 1) Tagliare le tasse sul lavoro al 10 max. 15% sul reddito netto per tutti i lavoratori. (RN = RL - Spese); RN ricavato da bilancio automatico, con obbligo di c/c bancario unico, individuale e corrispondente al codice fiscale. (Finisce l’evasione e forse anche le tangenti pubbliche); 2) Casse Pensioni Private. Abolire le Casse Pubbliche. Tutti devono pagare i contributi, detraibili fiscalmente, alla propria cassa pensioni privata. (Finiscono i premi per i Super-FURBI o Super-LADRI a carico dei lavoratori); 3) Abolire tutti gli ENTI INUTILI domani; (TREU dopo avere inventato una legge per pensionare sindacalisti e partigiani con 1 solo mese di contributi, andrebbe finalmente A CASA); 4) Sanzioni per i LADRI DI STATO, che per i legislatori italiani non sono previsti. Eppure sono in tanti, quindi: a) Restituzione della refurtiva
  4. Pedro Rispondi
    "Sfruttare la pandemia, e con essa i fondi europei che l’Italia riceverà, come l’occasione per investire in un’Italia digitale, sostenibile, efficiente e produttiva." Stiamo parlano dello stesso Paese? Ciò risulterà, come sempre, impossibile. E lo sapete perfettamente.
  5. Alberto Isoardo Rispondi
    Si fa un grande uso di statistiche europee per poi applicarle all’Italia dimenticando l’enorme fetta di lavoro nero che, soprattutto nelle grandi città e in meridione caratterizza la nostra economia. Ora i ristori di cui si è tanto vantato il governo Conte e di cui sembra anche volersi fregiare Draghi, ovviamente ignorano totalmente questa realtà. La negazione di questo problema rende risibili le misure proposte e rende sostanzialmente immorale il proseguire su questa strada ben sapendo che la lotta all’evasione è una bandiera che tutti sventolano ma che nessuno fa propria. Nè i 5S, nè il PD e meno che meno la destra. Sarebbe bello che anche questi professori evitassero di nascondersi dietro cifre inevitabilmente addomesticate per spingere i loro colleghi al potere ad un approccio meno ideologico e più intellettualmente onesto.