logo


  1. Henri Schmit Rispondi
    Articolo di rara chiarezza! Molto diverso dall'articolo sulla valutazione dei progetti del NGEu pubblicato in gennaio. A mio modesto parere bisogna distinguere la valutazione del soggetto che (al termine di un processo che coinvolge di solito una varietà di attori) approva, garantisce o procura i fondi e infine monitora, e quella dei proponenti, pubblici o privati, partecipando a un bando di gara o su inziativa propria: l'autorità pubblica può infatti sollecitare proposte private senza bando (senza preconcetto preciso) che saranno poi valutate. Per essere credibile e di valore la proposta privata o pubblico-privata deve includere un'autovalutazione, una simulazione d'impatto. Mi domando (DA ANNI) dov'è il mercato (o il forum) italiano di queste iniziative.