logo


  1. Gianmaria Calvetti Rispondi
    Per me non è molto chiaro il paragrafo "Il nuovo permesso speciale". Grazie, cordiali saluti, G.C.
  2. Riccardo Rispondi
    Ciao Massimo, complimenti per l'articolo. Mi preme però fare una precisazione, che richiedo al vostro sito poiché ne sono un apprezzatore e lettore da tanti anni. Se non si vuol ricadere in una sorta di adulazione politica, è meglio fare attenzione con il dire "abolito i decreti sicurezza". Non vi è un'identificazione diretta tra decreto sicurezza e legislazione in materia di immigrazione, seppur gran parte dei discorsi fatti negli ultimi tempi sul tema spesso partano da un'assunzione di questo tipo. All'interno dei decreti sicurezza vi sono anche delle norme che limitano in maniera significativa il diritto allo sciopero, alla protesta e all'assemblea pacifica. Bisogna andare a riprendere l'articolo 17 della Costituzione. Se anche tu affermi che Zingaretti ha detto il vero quando dice "abbiamo abolito i decreti sicurezza", mi sembra un po' come se tu dessi ragione al caro Luigi Di Maio quando dice di aver "abolito la povertà", e il dibattito mi sembra monco di una parte non trascurabile del discorso. Sarebbe bello che si potesse chiarire meglio il tutto.
    • Massimo Taddei Rispondi
      Ciao Riccardo, grazie per i complimenti. Hai ragione, si poteva specificare meglio che la domanda del fact checking è: "la parte sulla gestione dell'immigrazione all'interno decreti sicurezza è stata abolita?". Non l'ho ritenuto necessario perché mi sembrava evidente che nel dire "abbiamo abolito i decreti sicurezza", la maggioranza intendesse riferirsi solo alla parte relativa alla gestione dell'immigrazione. La tua osservazione comunque è corretta: i decreti sicurezza non hanno apportato modifiche solo alla normativa sull'immigrazione. Non abbiamo notizia di modifiche alla parte che non riguarda l'immigrazione in questo nuovo decreto.