logo


  1. MARCO TARANTINI Rispondi
    Ma come fanno microimprese, per esempio un agriturismo, biglietto da visita nazionale della ospitalità diffusa e di qualità, di fronte all’ostruzionismo della sua banca locale, che a distanza di ormai due mesi dalla richiesta di sovvenzione con garanzia statale al 100% (parliamo di circa 8000 euro), senza segnalazioni negative, dopo richieste continue di documentazione non prevista dal decreto liquidità, non dà risposte? La liquidità viaggia con la tempestività: quando per poter riaprire nel rispetto di protocolli di sicurezza e regolamenti è necessario affrontare subito le spese. Il volano della liquidità o riparte ora (con sovvenzioni e/o erogazioni a fondo perduto che anche parzialmente sostituiscano gli incassi mancanti per il lockdown delle feste di primavera), o mai più.
  2. Filippo DI MAURO Rispondi
    Ottimo articolo. Sono sorpreso del persistente scarso accesso al credito di alcune regioni del centro nord. Mi riferisco per esempio alla Liguria. Laddove al Sud i vincoli sembrano essere svaniti. Quanto questo è legato per esempio in Liguria alla composizione settoriale dell’attività economica? Sarebbe importante per la policy distinguere l’aspetto settoriale da quello regionale. Ci sono dei settori che continuano ad essere vincolati in media di più di altri o pensiamo invece che il credito abbia prevalentemente una motivazione/dimensione geografica (relation lending)? Ancora complimenti per il vostro lavoro Filippo DI MAURO