logo


  1. daria Rispondi
    Da sondaggio, circa 9 italiani su 10 non vogliono ulteriori immigrati di prepotenza. Ricercare norme giuridiche per aggirare tale volonta' non solo e' squallidissimo, ma non puo' funzionare.
  2. Mohamed Mahmoud Rispondi
    Le opinioni espresse sono esclusivamente dell’autore e non coinvolgono l’istituzione per cui lavora. Però continuate a pubblicare articoli in campo immigrazione sempre dello stesso tipo. Mi permetto umilmente di suggerire un semplice accordo di relocation analogo a quello in vigore ormai da anni tra Grecia e Turchia. Bloccando del tutto l'asylum shopping nella rotta del mediterraneo centrale, demandando alla Tunisia il vaglio delle domande di protezione internazionale. Persone fatte subito sbarcare nel porto sicuro maltese o italiano a scelta dei comandanti per fotosegnalamento, eventuale primo soccorso e poi però trasferimento in Tunisia. Eppure spesso il mantra dei giuristi nostrani, in mille e più modi in conflitto di interesse viste le loro opere che a vario titolo ed a fronte di introiti pecuniari svolgono all'interno del sistema per cui ha giurisdizione l'Italia, è solo che per non violare le norme costituzionali o internazionali occorre inserire nel sistema italiano chiunque, da ovunque nel mondo, raggiunga le acque internazionali o straniere del Mediterraneo.