logo


  1. Gianluigi Bizioli Rispondi
    Credo che gli Autori tralascino una diversa interpretazione: dopo tre anni si passa alla spesa media pro-capite; tuttavia, poichè non vi può essere aggravio di oneri per lo Stato, quest'ultimo limite pone un cap ai trasferimenti che si fermerebbero alla spesa storica. Ciò, il non aggravio non si eroderebbe i trasferimenti alle altre Regioni
  2. Claudio Di Blasi Rispondi
    E' vari anni che lo Stato dovrebbe individuare questi benedetti fabbisogni standard: visto che è tanto conveniente, perché non l'ha mai fatto? Tale mancanza non può certo essere imputata alle Regioni che ora chiedono l'autonomia differenziata.
  3. Fabrizio Rispondi
    Mi sembra più interessante approfondire le motivazioni alla base delle differenze di spesa: Vedo regioni conpochi abitanti e molta spesa: come mai ? Nono sarebbe il caso di trovare di gestire la sussidiarietà in modo più controllato ?