logo


  1. Dunning Kruger Rispondi
    Andiamo bene... Qui il discorso sta ancora fermo tra "la mano invisibile" (che invece crea monopoli e metterebbe spot anche nell'utero tanto gli frega dei diritti civili) e "il controllo statale" (che ci ha regalato questa perla di ignoranza e controllo che é la riforma europea della privacy). Guardate che la soluzione é molto piú semplice: volete risolvere il problema alla radice? Forzare la liberalizzate gli API! Cosí che ognuno offra il proprio servizio e che vinca il migliore. Ma il fatto che tante belle capocce che dovrebbero affrontare il problema manco sfiorano di striscio il tema tanto sono impegnati a rinfacciarsi posizioni ottocentesce fa capire bene perché non usciremo vivi da Internet
  2. Luciano Pontiroli Rispondi
    Mi dispiace, avevo seguito iin passato Fabrizio Barca riconoscendogli un accentuato senso pratico, al di là dell'orientamento politico nettamente leftist. Oggi, leggo la sua replica ad un saggio qual è Franco De Benedetti: una replica che non riesce a confutare le sue critiche, ma si limita ad accennare a cose che egli stesso ed altri stanno facendo - senza rendercene edotti - ed a ribadire la sua fiducia per un'impresa digitale pubblica europea che, pur nella sua genericità, sembra del tutto improbabile nel tempo presente e, credo, lo sarà anche oltre questo.
    • Aram Megighian Rispondi
      Direi che sia Lei che il Dott Debenedetti dovreste perdere un'oretta della vostra giornata a cercare, proprio nel web, cosa si sta studiando nel campo delle Neuroscienze riguardo all'Economia e Finanza e ai processi di Decision-making. Un buon articolo di partenza potrebbe essere questo: Curr Psychiatry Rep. 2016 Dec;18(12):112, recente e con una robusta bibliografia. Non il neurone o il circuito del comportamento, ma il suo codice nervoso informativo e l'algoritmo. Allora lo scenario da incubo di cui parla Debenedetti a proposito del controllo della conoscenza o della coscienza potrebbe essere meglio compreso da lui così come da altri troppo facili fautori di una libertà (questa si, spacciata furbamente per leftist) di utilizzare tutto in nome della "Rete" (ma con vantaggio di pochi). Non si tratta dunque di leftists o rightists. Non è un problema politico ideologico, ma un problema e basta. Se ci spostiamo verso un controllo pubblico dei dati personali, allora dobbiamo confidare in solidissimi sistemi democratici (l'uso della Cina di tracking facciali + dati DNA + dati gps cellulari + ..... + .... per controllare le persone e identificare chi protesta non è fatascienza ma realtà attuale). Analogamente desta apprensione considerare l'estremo opposto (il recente forte interesse di Casaleggio circa l'identità digitale mi fa semplicemente rabbrividire). Pensateci sopra, sapendo che con big data science si sta studiando il cervello e non solo i dati dei computer.