logo


  1. Patrizio Tirelli Rispondi
    il punto è che la proposta implica un aumento del debito. Anche portando formalmente questo debito in capo a un ente terzo, ad esempio CDP ammesso che fosse possibile, la responsabilità del rimborso e del pagamento in conto interessi ricadrebbe sullo stato. Per questo sarebbe debito pubblico.
    • bruno puricelli Rispondi
      Egr. Prof Tirelli,mi consenta un'ultimissima puntualizzazione; l'attività economica avverrebbe con titoli emessi su un nostro bene congruo per il quale tutti i proprietari (direi tutti gli italiani) si sentiranno coinvolti a sopportare il potenziale rischio (in pratica, virtuale) e tale bene finirebbe allo Stato solo se al termine dei 30 anni i governi non avranno rispettato annualmente i bilanci per la cui tenuta si esige e prevedono interventi a cavallo di ogni fine anno risparmiando da subito. Semplicemente, io compro una lezione da Lei e la pago con un TDPII del valore di 50, lei pagherà le tasse relative con TDPII o euro pari al 30%(?). Alle Entrate vanno le tasse, l'IVA ecc. Con tali titoli lo Stato mi pagherà la pensione ed il giro riprenderà sostenendo l'attività con titoli che valgono per tutti gli italiani come promessa di pagamento. Al termine dei 30 anni, il risparmio per ridotti finanziamenti ci avrà abbassato da subito lo spread, successivamente migliorerebbe il rating. Comunque sia, l'attività sarebbe supportata da biglietti simil-euro che non aumenterebbero il debito perchè i bilanci terranno conto solo delle varie entrate, le uscite per pensioni ed altro riguarderanno TDPII per i detti 50 mld/a per 8 anni. Cessato il Booster, l'attività proseguirebbe in autonomia grazie soprattutto al raggiunto ridimensionamento degli interessi sul debito quantificabile in circa 1,5% meno sulla parte più lunga dei Titoli di Stato. Spread come per la Francia. Ancora grazie
  2. bruno puricelli Rispondi
    La ringrazio per la risposta ma Le chiedo una riflessione sul fatto che, prevedendo l'obiezione, avevo sottolineato la necessità che i vari governi mantenessero il budget con possibilità di aggiustamenti a cavallo del 31 dic di ogni anno. Pensavo e penso che la possibilità di recuperare un Pil >1000 mlds in 30 anni con le sole forze dei cittadini senza toccare il debito (o quasi) valesse il rigore necessario da parte dei governi. Il tutto sarebbe gratis. Comunque grazie ancora.