logo


  1. Michele Rispondi
    Gli imprenditori privati ci hanno provato due volte con Alitalia e hanno fallito, scaricando inoltre costi enormi sulla collettività. Cosa di per se contraddittoria rispetto ai principi liberali della libera iniziativa. Ma pazienza. Ora giustamente Alitalia non la vuole nessuno se non regalata e accollando di nuovo alla collettività cosi enormi. Vista questa situazione non resta che nazionalizzarla in vari modi più o meno ingegnosi, ma la sostanza è quella. D’altronde la capacità della classe imprenditoriale italiana è facilmente osservabile: delle 15 principali società italiane per capitalizzazione ben 9 sono ex partecipazioni statali. 4 sono parte del gruppo Agnelli e solo 2 sono frutto della libera iniziativa economica
  2. Michele Rispondi
    Al tempo del “salvataggio” di Alitalia da parte del governo Berlusconi, la fusione con airone creava una posizione di monopolio sulla tratta Milano/Roma. Una leggina sottrasse l’operazione alla competenza antitrust. Creato un precedente, se ne può seguire la strada. I consumatori italiani hanno imparato a non fare molto affidamento sulle varie authorities per la loro tutela....