logo


  1. Mario Rossi Rispondi
    Come ben sanno tutti coloro che nella vita hanno qualche volta lavorato, i dirigenti come gli imprenditori non hanno stipendio ma misurano il proprio reddito con i risultati aziendali. E' per questo che un dirigente, quando riesce negli obiettivi guadagna molto, perchè non è detto che l'anno successivo guadagni qualcosa. In Italia invece si verifica che i dirigenti hanno un sindacato, che abbiano stipendi garantiti altissimi a prescindere dai risultati. Vi rammento che già molto tempo fa dicevo qui queste cose e dicevo anche che il sistema non è sostenibile. Letta pensa che il calo dello spread dovuto alla paraculata della BCE di far comperare i titoli pubblici alle banche nazionali possa sistemare una situazione come la nostra ma dovrebbe pensare al fatto che se guadagna sugli interessi perderà molto di più dalla contrazione dell'economia e dallo sfascio del sistema. Mi meraviglio
  2. Piero Rispondi
    Un invito a tutti i pubblicisti della Voce, ultimamente si stanno affrontando molti problemi in modo serio, mai affrontato in questo modo aperto e critico, un po' da tutti gli Autori; problemi che oltre che sulla Voce devono essere affrontati anche digli altri mass media, un primo problema di onestà da parte di Letta, come può affermare che nel 2014 vi sarà un + 1% e nel 2015 + 2%, ciò per campare un'altro anno? Qui dobbiamo prendere delle posizioni serie, l'Italia sta andando allo sfascio, non si fa niente per risolvere i problemi che sono a tutti noti come sono note le soluzioni, abbiamo bisogno che la politica costi meno e che dia più efficiente la pubblica amministrazione e abbiamo bisogno di liquidità per le imprese, al contrario i politici stanno mettendo tasse, pubblicizzano riforme inutili ecc, si oarlamentari fai riforma del lavoro, ma se non c'è più? si parla di riforma costituzionale, per fare cosa, alibi per rinviare il taglio degli stipendi dei parlamentari, ma se chi doveva compararli con i costi dei parlamentari europei e' stato fatto ministro del lavoro, cosa ci possiamo aspettare da una riforma da chi non è' stato capace di fare ciò che il Prof. Perotti ha fatto con una ricerca da solo, sicuramente solo danni. Si parla di una patrimoniale, ma chi la paga? Da una parte lo stato mette le imposte dall'altro dovrà fare moratorie con Equitalia perché le tasse non le pagheranno più nessuno. Questi che ci comandano sono un branco di incompetenti, ma a nessuno viene in mente di fare un azione di conversione europea al fine di fare cambiare la politica monetaria suicida di Draghi, basta vedere cosa e successo in America con la politica della Fed, oggi hanno un + 4%.