logo


  1. Silvia Rispondi
    Per riassumere: non è corretta la vostra analisi.
  2. Silvia Rispondi
    qui trovate l'articolo per le variazioni PAC http://capreform.eu/commission-assaults-rural-development-spending-to-protect-direct-payments/ Aggiungo che la Ue dice che le POLITICHE ECONOMICHE NON DANNO VALORE AGGIUNTO PER I CITTADINI EUROPEI. La UE allora lasci agli Stati gli strumenti per esercitare tali politiche: Banca Centrale, svalutazioni, inserimento del pareggio di bilancio in costituzione, patto stabilità, ect? Invece impedisce gli aiuti di stato alle imprese per investire in competitività. Perché non consente la rinazionalizzaione della PAC?
    • Savino Rispondi
      Allora vi piace la combutta tra gli Stati nazionali e le singole imprese? Sperperare soldi pubblici per dare agevolazioni smisurate a finanziatori delle campagne elettorali? Vi piacciono i conflitti d'interesse? Vi piacciono i trucchi finanziari e di bilancio a scapito dei cittadini nel pubblico e dei consumatori nel privato?
      • Silvia Rispondi
        Scusi ma a lei piacciono le polemiche o si è sforzato di capire cosa intendo dire? Cosa non condivide di quanto ho scritto? Se la UE ha competenza sulla PAC e la travisa facendo altro non è uno sperpero di fondi pubblici? Se per fare politica economica (personalmente credo nell'intervento dello stato sull'economia, di neoliberisti ne abbiamo fin sopra i capelli) non si hanno gli strumenti perché la UE ti ha lasciato la competenza ma non gli strumenti come fai a rilanciare l'economia? Questo è il senso del mio discorso. Se vuole risponda su questo. Su gli altri temi non so cosa dire. Ma mi sembrano nel campo non delle politiche e del bilancio UE, ma della corruzione in italia. Questo è un tema diverso.
        • Savino Rispondi
          Applicando le politiche UE si correggono i difetti strutturali italiani.
  3. Silvia Rispondi
    VARIAZIONI % DEI “TETTI DI SPESA” delle rubriche del bilancio UE. Dipendono da come si confrontano i dati. La cosa non è immediata: QUALI DATI? I totali settennali? Gli ultimi due anni, ‘20 e ‘27; i primi due ‘14 e ‘21?. 2) QUALI PREZZI? Prezzi correnti o costanti? Quale anno? La variazione migliore è quella del potere di acquisto delle risorse. SULLA PAC LE VARIAZIONI SONO MOLTO PEGGIO DI QUANTO SOSTIENE LA UE: i tagli medi sono del 15% con un primo pilastro attorno al - 10% e un secondo pilastro attorno al 25%. Come dimostra Alan Matthews uno dei più considerati analisti PAC. VALUTAZIONE DELLA PAC. Criticata, ma chi la disegna così? La PAC è nata nel dopoguerra per garantire l’autoapprovvigionamento all’Europa. Però si dovevano parificare i costi di produzione più alti in UE che sul mercato mondiale. La PAC ha raggiunto i suoi scopi, li ha anche oltrepassati, è stata riformata e snaturata. Dismessa la scelta geopolitica strategica di produrre cibo, come previsto nei Trattati, adesso l’agricoltura dovrebbe fare ambiente, clima e assumere immigrati. Oggi la UE spende i soldi pubblici così. Paga un settore economico per far altro. Non bastano le regole per fare ambiente e clima? Le regole per usare fitofarmaci in modo da tutelare la salute umana e l’ambiente non bastano? Altroconsumo lo dimostra, non è necessario il biologico. Bastano le regole. Perché dobbiamo pagare il biologico?
  4. giovanni Rispondi
    SE ho ben capito l'articolo dice che nelle intenzioni del consiglio europeo, il mancato introito dei contributi della Gran Bretagna sostanzialmente non verrà compensato da nuove entrate. Le nuove tasse previste (sulla plastica non riciclata, magari sull'aria non respirata....) non si aggiungerebbero a quelle attualmente in vigore ma si sostituiranno in parte a quelle attuali in modo da raggiungere una sostanziale imposizione tributaria generale invariata. Ora mi spiegate come a fronte di introiti invariati, con aumenti di spesa previsti di 21 miliardi (per frontiere e varie migranti) come si raggiungte un pareggio di bilancio se non eliminando altre spese?? Dall'articolo sembra che dall'uscita della Brexit i vari paesi membri, versando gli stessi contributi riceveranno più di prima a vario titolo. Questo sarebbe possibile solo se la GranBretagna ricevesse in aiuti dalla UE più di quello che paga, cosa assolutamente non vera agli occhi dei Britannici che precisamente su questo argomento hanno votato la Brexit.
    • Romano Casalini Rispondi
      I britannici hanno votato , ingannati dalla propaganda , sulla immigrazione . i benefici economici della GB fino ad oggi sono stati , come si sa , più vantaggiosi di quelli che avranno con Brexit . L'articolo si concentra principalmente su agricoltura e immigrazione (come fa del resto Salvini) dove le considerazioni proposte sono assolutamente corrette e verificabili dai documenti ufficiali
      • Dante Rispondi
        I documenti ufficiali dicono quello che loro conviene. MI spiace ma questo articolo non è ben fatto.Chi parla non conosce a fondo i meccanismi di bilancio e forse non ha avuto i tempo di capire. L'impressione è che Salvini sia invece più preciso di chi ha scritto questo articolo.
        • Savino Rispondi
          Meno selfie, più libri di economia e di storia contemporanea L' Unione Europea è una conquista per intere generazioni E' stato l'obiettivo di quei pochi che volevano la pace quando in molti volevano la guerra. Sforziamoci a capire cosa non va nella mentalità egoista della nostra società italiana prima di prendercela con l'Europa. Gli italiani medi e mediocri si erano già fatti il film tutto loro: reddito di cittadinanza, zero tasse, in pensione da giovane, alle spalle delle generazioni future. Non può funzionare così. Cari italiani adulti quando comincerete a crescere di spessore e di mentalità e a mettere la testa a posto?
  5. Savino Rispondi
    Nel nuovo bilancio UE, piuttosto, vengono drasticamente ridotte le mance e mancette assistenziali che continuiamo a dare al mondo dei coltivatori diretti, soprattutto al sud, e viene richiesta quella ponderatezza e quella creanza che non abbiamo avuto con la scandalosa vicenda delle magagne sulle quote latte, che Salvini conosce bene, perchè hanno riguardato i produttori del nord, e, per cui, dopo procedura d'infrazione, continuiamo a pagare le multe dopo che il regime complessivo è stato modificato. I Fondi UE devono servirci per ben altro: investimenti in tecnologia, ricerca, infrastrutture, incentivazione start up dei giovani, miglioramento qualità ambientale. Per l'integrazione, essa deve far parte di politiche pubbliche complessive che riguardano la demografia, le nuove famiglie e la nuova architettura del welfare. Salvini, invece, vuole cancellare la Fornero proprio quando mezzo milione di dipendenti pubblici, che hanno avuto carriere ipercontinue, sta per andare in pensione, facendo ampi favori iniqui nei confronti di chi è retrocesso nei diritti negli ultimi anni.