logo


  1. Federico Tassoni Rispondi
    Io mi sono diplomato all'ITS di Genova quest'anno e posso confermare tutto. Però ritengo valida la protesta degli studenti contro l'alternanza scuola - lavoro: io ho avuto modo di fare due stage in un'azienda informatica, ossia il mio campo di studi, ma per i ragazzi mandati da mcdonalds è uno spreco del loro tempo e nonchè sfruttamento di manodopera non pagata. Quindi: alternanza scuola lavoro si o no? Sì, ma solo in aziende qualificate e d'eccellenza e disposte a insegnare e trasmettere la loro conoscenza.
  2. Maria Cristina Migliore Rispondi
    Sono assolutamente d'accordo della necessità di sostenere gli ITS. Sarebbe importante che le università collaborassero attivamente nelle Fondazioni degli ITS. Il ruolo delle università è necessario per qualificare i processi formativi. Lasciare troppo in mano alle imprese gli ITS, come mi pare a volte accada, rischia di essere deleterio, perchè non tutte le imprese sono portatrici di innovazione e pensiero innovativo. A volte potrebbero essere imprese troppo tradizionali. Pare però che ci siano università che vedano gli ITS come competitors.
  3. Henri Schmit Rispondi
    Ha senz'altro ragione l'autore, bisogna offrire e promuovere l'insegnamento tecnico. La sfida della 4a rivoluzione industriale è però molto più ampia: non solo tecnologica, ma economica, culturale e sociale. Non si tratta solo di tenere il passo con l'evoluzione tecnica dovuta al digitale, ma di comprendere come questa incide sul mondo in cui lavoriamo, viviamo, pensiamo e decidiamo. Non è una sfida da poco, e non solo per i ragazzi che si affacciano al mondo del lavoro.
  4. Michele Rispondi
    Sai che vantaggio ad avere un robot pizzaiolo quando un pizzaiolo umano lo posso pagare pochissimo, cacciare quando voglio e quando ha finito di fare le pizze fa pure le pulizie...Il robot pizzaiolo è come l’alternanza scuola-lavoro: non serve a nulla, ma fa scrivere tanti belli - inutili - articoli
  5. Lucia Rispondi
    sono d'accordo che i ragazzi entrino nel mondo del lavoro ma è nostra responsabilità insegnare loro e non tenerli soltanto a fare fotocopie o a spazzare il magazzino, va bene fare anche questo ma non solo!