logo


  1. Piero Fornoni Rispondi
    L’Italia non cresce per colpa dei cinesi? O per colpa dei politici italiani ? Quando sento parlare del fatto che in Italia il GDP non cresce o cresce pochissimo si dà la colpa a tutti tranne agli italiani. Questo anche su giornali normalmente abbastanza obiettivi... Nessuno dice che circa il 73% dell’economia italiana è composta da servizi che in quasi la totalità è regolato dalle leggi italiane sulla concorrenza. Sono queste leggi e regole che tengono ingabbiata l’economia italiana dei servizi che, come già scritto, rappresenta circa il 73% di essa. Secondo me, pensare che l’Italia possa crescere al pari degli altri paesi con una legge sulla concorrenza distorta e lobbistica è una pura illusione.
  2. Maria Chiara Furlò Rispondi
    Riflessione interessante e realistica, ma vorrei segnalare un paio di errori importanti. Il primo riguarda la questione dello stop al monopolio di Poste sull'invio di multe e notifiche giudiziarie. Il Senato, in seconda lettura, ha infatti già spostato il termine da giugno a settembre 2017 (data quindi non ancora superata dai fatti). Il secondo riguarda questo passaggio: "Nella prima settimana di agosto il provvedimento torna alla Camera, che dovrebbe discuterne solo i quattro punti che il Senato ha modificato". In questo caso sono state invertite le camere parlamentari, il testo è infatti tornato per la quarta lettura in Senato (la discussione nell'Aula di Palazzo Madama è prevista per la prima settimana di agosto), dopo l'approvazione dello scorso 29 giugno da parte della Camera. Infine, le modifiche apportate al testo durante l'ultimo passaggio alla Camera - sulle quali si concentrerà il lavoro del Senato - sono cinque (non quattro) e riguardano le assicurazioni, il telemarketing, l'energia, le società di odontoiatri e la bonifica dei terreni precedentemente utilizzati da distributori dismessi di carburanti.
  3. Savino Rispondi
    Continua la mentalità gretta dell'Italia e degli italiani, conservatori dello status quo. E' inutile sbracciarsi e frignare per chiedere la "ripresa economica" se nessuno vuole sacrificare la propria meschina rendita di posizione.