Lavoce.info

Il Punto

La Banca centrale europea può fare molto di più per accorciare la crisi. Perché l’idea che con tassi nominali vicini a zero la politica monetaria diventi impotente è un mito da sfatare.Il taglio del tasso di sconto dello 0,25 per cento è, in ogni caso, troppo timido.
Traffico di droga, estorsioni, usura, edilizia, alberghi, grande distribuzione: Cosa nostra rimane la stessa ma si adatta ai tempi di crisi economica diversificando le attività criminali sia nella roccaforte siciliana sia nelle regioni del Nord. Sempre attenta ai legami con il mondo della politica.
I sindacati fanno passi in avanti nel definire le regole di rappresentanza. Bene perchè ciò permetterà di decentrare la contrattazione, azienda per azienda. Servirà per stimolare la produttività. Sempre che i sindacati, che oggi si dichiarano per lo sviluppo dell’innovazione nelle imprese, non tornino al passato ostacolandola. Il decentramento della contrattazione servirà anche per favorire contratti di solidarietà espansiva, che creino lavoro oltre a non distruggerlo.
 Spargete lavoce: 5 per mille a lavoce.info
Destinate e fate destinare il 5 per mille dell’Irpef a questo sito in quanto “associazione di promozione sociale”: Associazione La Voce, Via Bellezza 15 – 20136 Milano, codice fiscale 97320670157

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!

Precedente

L’economia di Cosa Nostra al tempo della crisi

Successivo

Più borsa o solo meno Consob?

  1. piero

    La Bce deve annunciare una politica di acquisto titoli di debito pubblico paesi euro sul secondario per almeno 500 mld annui fino a che gli spreed rientrano in un intervallo massimo di 100 punti sul debito tedesco; l’inflazione e’ all1,2%, ben al di sotto del 2%, c’è spazio per vere manovre espansive, però non si fanno perché la Germania non vuole, non vuole assumersi i debiti degli altri stati, però fino ad oggi l’euro gli ha permesso dei surplus della bilancia di pagamenti all’interno dei paesi euro (se un paese e’ in surplus vi deve essere un’altro in deficit). Dobbiamo smetterla della politica dei compitini a casa propria, ha provocato recessione e suicidi per motivi economici, mi auguro che questo governo attui una linea dura contro la Merkel per fare cambiare la politica monetaria alla Bce, in difetto due aree valutarie.
    Non vedo vie d’uscita, qualcuno dice gli impegni presi dall’Italia per il fiscal compact e comunica agli italiani dove prendiamo i soldi?
    Un impegno impossibile da rispettare con questa politica monetaria.

Lascia un commento

Non vengono pubblicati i commenti che contengono volgarità, termini offensivi, espressioni diffamatorie, espressioni razziste, sessiste, omofobiche o violente. Non vengono pubblicati gli indirizzi web inseriti a scopo promozionale. Invitiamo inoltre i lettori a firmare i propri commenti con nome e cognome.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén