La Corte dei Conti europea, l’istituzione dell’Unione europea che monitora e revisiona l’utilizzo delle finanze a livello comunitario, ha pubblicato pochi giorni fa la relazione annuale sull’esercizio di bilancio 2020.

Rispetto alle relazioni precedenti, il documento è ancora più importante, dato che il 2020 è l’ultimo anno del precedente bilancio pluriennale europeo (2014-2020). Tra i vari aspetti, emerge l’incapacità di assorbire i fondi europei per molti stati membri, ritardando così l’implementazione di progetti e riforme a livello nazionale.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molti altri siti di informazione, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!

Leggi anche:  I vincitori dei premi Nobel in quattro grafici
Leggi anche:  Istruzione e disuguaglianze in sei grafici