L’Ocse ha pubblicato la versione 2021 dell’analisi della situazione economica italiana, in cui fa il punto sugli effetti della pandemia, sulle opportunità offerte dalla ripresa e sui vecchi problemi da affrontare.

Negli ultimi vent’anni, l’Italia è cresciuta poco a causa di un basso livello di investimenti, una crescita limitata della produttività e l’invecchiamento della popolazione. L’Ocse presenta una serie di misure ritenute necessarie per ovviare ai primi due fattori, tra cui riforme che riducano l’incertezza normativa e l’inefficienza della giustizia, una revisione della spesa pubblica volta a favorire occupazione e investimenti e l’efficientamento del settore pubblico.

Abbiamo riassunto in sei grafici alcune essenziali osservazioni del rapporto.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molti altri siti di informazione, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!

Leggi anche:  Il risparmio degli italiani in quattro grafici
Leggi anche:  L'impatto dell'inflazione sui paesi in via di sviluppo in cinque grafici