logo


  1. Raffaele Zenti Rispondi
    Bisogna prendere i sondaggi per quello che sono e sfruttare al meglio le informazioni che danno, tenendo presente che di stime si tratta. Analizzando bene i dati, aggregando i dati con opportune metodologie statistiche (ad esempio quelle Bayesiane), viene fuori un quadro abbastanza chiaro. Magari i dettagli e i numeri precisi no, ma il quadro e i trend sì. Per esempio, in http://it.adviseonly.com/blog/politica-societa/elezioni-2013-ultimo-aggiornamento-scenari-politici-italiani i trend relativi a M5S, PD e PDL erano delineati. Se si considera il periodo "di vuoto" della par condicio, direi che il quadro era abbastanza chiaro.