Il 2020 è stato un anno complicato anche per il commercio internazionale. A inizio 2021, le esportazioni e le importazioni italiane non avevano ancora recuperato i livelli pre-crisi pandemica, nonostante un forte miglioramento tra aprile e novembre dell’anno scorso. Anche l’Unione europea sta tornando a volumi di commercio simili a quelli precedenti il coronavirus, ma gli effetti della Brexit sono già forti a gennaio di quest’anno, visto il crollo di esportazioni e di importazioni.

In questa serie di grafici, cerchiamo di raccontare gli ultimi sviluppi del commercio internazionale alla luce della crisi pandemica.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!