logo


  1. Filippo De Magistris Rispondi
    La proposta - certamente apprezzabile - non tiene conto dello stato comatoso della giustizia civile. Attenzione alla limitazione dello strumento della prededuzione per i professionisti, che rappresentano la miglior tutela per l'impresa in crisi / insolvente / in via di ristrutturazione. Evitare di ripetere l'errore commesso con la procedura dinanzi agli OCRI di cui al CCI, laddove i professionisti del debitore NON sono mai garantiti dalla prededuzione, prevista invece per i componenti dell'OCRI stesso.
  2. Alessandro Pescari Rispondi
    Un plauso agli autori poiché non vi è dubbio che post pandemia occorrerà una nuova cassetta degli attrezzi. Per questo le idee e il dibattito tra studiosi, operatori e istituzioni deve gioco forza trovare un luogo di sintesi per non mettere fuori gioco molte imprese e con queste lavoratori e tanti altri stakeholders, ingenerando - naturalmente - una sfiducia per tutto il sistema economico.
  3. JK Rispondi
    Occorrerebbe, anche se è una bestemmia in questo paese, tutelare l'impresa-lavoro-lavoratori, nel suo insieme, finanziario, tecnico-normativo, mezzi della produzione classici, ivi compreso la proprietà immobiliare.