logo


  1. Henri Schmit Rispondi
    L’approccio è interessante, ma l’analisi empirica vale quanto le categorie (di forma del governo) utilizzate, secondo me poco. I criteri di distinzione più importanti dei governi delle democrazie tradizionali sono altri. I primi tre utilizzati dai ricercatori sono troppi formali, apparenti. Più interessante la categoria imprecisa delle organizzazioni civili piuttosto che civiche. Quello che conta (per la ricerca e tante altre cose) è la continuità e la responsabilità all’interno di un processo democratico aperto. Da questo punto di vista il sistema elvetico è un modello. Il sistema presidenziale e il maggioritario favoriscono virtualmente la discontinuità, ma anche responsabilità; non sono fattori negativi se abbinati a uno zoccolo di valori condivisi (come in UK prima della Brexit e in Francia). In altre parole non sarà un sistema bicamerale super-proporzionale a salvare l’Italia dal marasma e dallo spreco delle risorse pubbliche. Ci servirebbe altro che lo studio empirico per definizione ignora.
  2. Aldo Mariconda Rispondi
    Veramente interessante. Vorrei tuttavia dire che alcune riforme, se ben fatte, sono necessarie a rendere attrrattivo il paese per chi investe: semplifdicazione/taglio del corpus legislativo, burocrazia e giustizia efficienti e veloci, merito, concorrenza e mercato a 360°. Infine, non sono un esperto di istituzioni ma ricondo un padre costituente, Bruno Visentini, che già negli anni '60 affermava come i Costituenti avessero disegnato un sistema di pesi e contrappesi atto ad evitare un ritorno alla dittatura ma che rende più facile impedire una decisioine piuttosto che prenderla.. Forse è ancora valido col populismo dilagante, ma lo è molto meno in un mondo globalizzato dove il "decision making" dev'essere anche tempestivo.
  3. Monica Mincu Rispondi
    Un articolo davvero molto interessante! sarebbe altrettanto importante capire anche l'uso che si fa della ricerca nella formulazione di policy pubbliche in vari paesi - le istituzioni o i canali attraverso cui la ricerca informa le decisioni e se ciò possa dipendere da macro-fattori come quelli qui identificati o da altri meccanismi a livello meso e micro.