logo


  1. toninoc Rispondi
    Non credo sia una questione di tedescofoni o antitedescofoni. La realtà è davanti ai nostri occhi ed innegabilmente dimostra che i tedeschi sono molto più “disciplinati” di noi italiani, e non a caso, sono loro a guidare e trainare l’Europa. Non sono più intelligenti, sono più “disciplinati”.
  2. toninoc Rispondi
    E' opinione diffusa, non a torto, che i tedeschi siano molto attenti al rispetto delle regole in ogni ambito della vita sociale e questo ha fatto si che anche qui in Italia quando si parla di "tedeschi" si usano espressioni come :obbediente come un tedesco, preciso e puntuale come un tedesco, ecc... I nostri vecchi li hanno conosciuti bene durante l'ultima guerra dove, pur nella spietata posizione di occupanti e prima di alleati, hanno dimostrato diligenza e rispetto degli ordini , per quanto questi fossero brutali. Ancora oggi lo dimostrano con i mgliori risultati in tanti campi sociali e non dimentichiamo che sono riusciti in pochi anni a riunificare la Germania partendo dalla disfatta della seconda guerra mondiale. Se sono considerati la "locomotiva d'Europa" vorrà pure dire qualcosa. Dallo stesso punto di partenza, loro sono ai vertici dell' economia mondiale e noi Italiani siamo in coda, loro hanno affrontato la pandemia con i giusti mezzi ed hanno avuto meno vittime e noi, come in russia, eravamo con "gli scarponi di cartone" ovvero senza nessuna protezione. A mio avviso, oggi, sono un popolo da ammirare ed imitare. Troppo difficile per noi mediterranei.
  3. Francesca Monacelli Rispondi
    a me sembra invece che i tedescofoni sono più indisciplinati degli italiani o dei francofoni. cioè, non mi sembra che i dati dimostrino strettamente le tesi che si vogliono sostenere. Cioè, si vede solo che i tedescofoni se ne sono infischiati delle richieste del governo e quanto alle motivazioni forse bisogna indagare ancora.