logo


  1. Firmino Rispondi
    I dati confermano che anche in Italia, come in Europa, esistono pochi grandi debitori e molte amministrazioni "virtuose". La crisi del covid sta semplicemente amplificando le differenze. Per fortuna la fiscalità locale in Italia conta ancora poco, altrimenti deficit e divari sarebbero peggiori. Se il problema è strutturale va risolto con misure permanenti: trasferimenti perequativi (in base si LES?), linee di credito (come in Europa), commissariamento. In ogni caso mi chiedo perchè gli autori non abbiano analizzato i dati in rapporto al PIL e alla popolazione, che sono più rappresentativi del fabbisogno (e forse anche dell'efficienza) delle amministrazioni.