logo


  1. jerome Rispondi
    la proposta sembra azzardata. L'effetto dell'obbligo delle mascherine dovrebbe scontare 1. i rischi legati all'uso improprio delle maschere (questo è un punto non decisivo, ma viene riferito da molti specialisti indipendenti) 2. l'illusione che le persone avranno sovrastimando la protezione offerta, l’impatto sul comportamento delle persone 3- l'apertura generalizzata che ne seguirà e porterà a un rilancio del contagio.
    • MAURICE Rispondi
      Egregio Dottore, condivido in toto il suo articolo e da tempo mi chiedo perchè addirittura anche il nostro ISS abbia diffuso sin dall'inizio del contagio (esistono registrazioni degli interventi televisivi) informazioni cosi' confliggenti col senso comune. Ho un dubbio ed un pesante interrogativo: - la proclamata inutilità delle mascherine serve a nascondere una tremenda verità che è ancora parzialmente presente : la loro irreperibilità.? Se cosi' fosse saremmo di fronte a comportamenti di assoluta gravità e non aggiungo altro. - quante vite avremmo potuto salvare se tutti, in primis personale medico, sanitario ed ospiti delle RSA, avessimo potuto disporre di mezzi di protezione personale adeguati ? Fortunatamente il tempo è galantuomo ed ora ,non solo nel nostro Paese, la quasi totalità del "gregge" rigetta queste posizioni e cerca in tutti i modi di procurarsi queste screditate mascherine considerandole, a mio avviso correttamente, il vero atout per raggiungere una forma attiva di immunità di gregge dal virus ed un formidabile strumento di contrasto alla sua moltiplicazione. Quindi w le mascherine ma non solo . Anche disinfezioni e guanti usa e getta perchè un'altra forma di contagio anch'essa non adeguatamente resa trasparente al gregge è la durata della persistenza del virus sulle cose. Se sul punto volesse trasmetterci informazioni chiare in linea con quanto ci ha resi edotti sulle mascherine Le sarei anticipatamente grato. .
  2. Chiara Rispondi
    Interessante e concreto, ottimo pezzo
    • Davide Rispondi
      Mi chiedo se esistano elaborazioni di dati per epidemie passate riguardo l'argomento (ad esempio quella di Hong Kong), gli effetti negativi che si producono secondo l'OMS (abbassare la guardia rispetto ad altri tipi di precauzione) potrebbero produrre un maggior o ugual contagio generale, in questi ultimi giorni stiamo assistendo ad esempio a un picco di casi (sembrerebbe) in Giappone, il quale fa largo uso delle mascherine.
  3. marcello Rispondi
    Vorrei ricordare che il 5 aprile la presidente dell'associazione mondiale dei virologi, cioè presumo una persona informata, ha affermato che le mascherine ffp2 e ffp3, sono indispensabili per passare alla cosiddetta fase 2. La posizone dell'OMS è dettata,dalla strozzatura dell'offerta, non ci vuole un genio per capire che se oltre alle altre precauziioni tutti indossano delle mascherine certificate, il contagio è molto più complicato. Il dramma è che anche l'Italia, membro del G8, con industrie di eccellenza, ci ripetono continuamente, dopo 2 mesi non ha in produzione una che una mascherina certificata. La sezione corse F! della Mercedes insieme all'UCL ha messo in produzione un respiratore alternativo ai respiratori polmonari e ne producono 1000 al giorno..Cosa fa la Ferrari? E la Maserati, la Lamborghini, Eni, la FCA? Quanto mi piacerebbe saperlo....
  4. Lorenzo Rispondi
    Due sole osservazioni. 1) Impossibilità di distinguere i tratti facciali dei delinquenti che si mimetizzerebbero alla perfezione. 2) Sembra che il 10% degli italiani sia già immune al virus (perché l'ha superato). Non possono contrarre o infettare; anche per loro sarebbe obbligatorio?
    • Sergio Briguglio Rispondi
      Riguardo ai delinquenti, mi permetto una battuta: dovendo scegliere, preferisco essere fatto fuori da un rapinatore che da uno starnuto. Quello degli immunizzati e' un tema importantissimo (sempre che non emerga una rilevante possibilita' di recidiva). Quando sara' possibile verificare, per ciascuno, l'avvenuta immunizzazione, sara' doveroso (e utile) tenerne conto
      • Lorenzo Rispondi
        MI ha fatto tremare, ma anche ridere per come ha sdrammatizzato la situazione. Ricambio volentieri: " ... se sulla metro tutti coperti con mascherina e uno deve starnutire o soffiarsi il naso, che succede?" ... :-)
  5. Cosimo Roberto Russo Rispondi
    Lucido, concreto, essenziale. Grazie