logo


  1. Tommaso Rispondi
    Il problema evidenziato dall'articolo è il basso utilizzo della rete, che già ora ha un elevato livello di copertura (99,5%), da parte delle famiglie. Si tratta di un problema reale, consistente e con molte conseguenze sullo sviluppo del paese (basso sviluppo della digitalizzazione). La proposta di soluzione - incentivare l'uso della banda larga fissa attraverso voucher che abbassino i costi - è quella che più frequentemente si sente fornire. Tuttavia, anche sulla base della mia esperienza nella pianificazione e valutazione delle iniziative digitali, non è la risposta giusta, perché non indirizza la vera causa del problema. La domanda giusta secondo me: perché gli smartphone si sono diffusi a livelli altissimi da soli, finendo anche nelle mani di persone a bassissimo reddito, e connessioni/uso di internet no? Perché gli smartphone offrono una gamma di servizi e soluzioni di immediatoa usabilità e efficacia che vanno incontro a esigenze percepite, mentre a oggi quanti/quali sono i servizi veri a cui ricorrere tramite rete fissa? Pochi e non così completi/funzionanti. Allora bisognerebbe agire sull'offerta di servizi reali (scuola, sanità, amministrazione ecc.) che vanno incontro a bisogni o utilità vere, invece che drogare la domanda con incentivi che comunque prima o poi dovranno terminare.
    • FABRIZIO DALLE NOGARE Rispondi
      Gentile Tommaso, grazie. Concordo con lei sulla necessità di "agire sull'offerta di servizi reali". A questi, in attesa del loro sviluppo, aggiungerei quelli già ora disponibili, seppur fatui, come il calcio e le serie tv che, con i soli 2 Mega, non sono fruibili. In ogni caso mi pare che le due soluzioni possano convivere, soprattutto nella fase iniziale.
  2. Fabio Giovanni Cavallotti Rispondi
    C'è un problema di infrastrutture. A monte, però, esistono due enormi problemi, che il Paese di porta dietro da troppo tempo. La crescita dell'analfabetismo funzionale da cui dipana quello digitale. A mio modesto giudizio è l'imbuto dove si infila ogni speranza di crescita. Qualsiasi crescita: civile, economica, intellettuale.
    • Nicola Lai Rispondi
      In che senso "c'è un problema di infrastrutture"?