logo


  1. Savino Rispondi
    In Italia, soprattutto nel sud, non siamo stati capaci di utilizzare il vento come energia alternativa. Dall'eolico non si è visto un centesimo di risparmio sulla bolletta energetica collettiva. La criminalità organizzata, indistinguibile, in questo, dall'imprenditoria locale, ha fiutato il business. In determinati luoghi, dal paesaggio unico, è cessata la coltivazione dei terreni per dare spazio a scempi ambientali, remunerati da cospicui oneri pubblici di concessione e da autorizzazioni lassiste. Lo Stato italiano deve ammettere il fallimento di questi esperimenti pseudo ambientalisti e dire basta a queste speculazioni, chiudendo definitivamente ogni rubinetto di finanziamenti ed incentivazioni.
    • Federico Leva Rispondi
      Le segnalo che è dimostrato il contrario: le rinnovabili hanno avuto un forte effetto calmierante sui prezzi (nella borsa elettrica). Il PUN (prezzo unico nazionale) è ora ai minimi da due anni: https://www.mercatoelettrico.org/Newsletter/20190712Newsletter.pdf Altri studi sul caso italiano sono citati ad esempio in https://www.qualenergia.it/articoli/20140625-studio-cnr-ecco-come-il-fotovoltaico-fa-abbassare-il-costo-elettricita/ Gli effetti maggiori si sono visti in paesi che hanno saputo incidere di piú sul mercato e quindi sui picchi della domanda.