logo


  1. Andrea Rispondi
    La responsabilità è politica, a livello regionale e nazionale. Il grumo di interessi che ruota attorno alla sanità calabrese va ben oltre i confini regionali. Soffermarsi su aspetti tecnici è di secondaria importanza. Sono oramai decenni che la sanità calabrese (non calabra!) è uno strumento fenomenale di raccolta del consenso elettorale da parte di ascari locali, nell’interesse delle cordate politiche nazionali....che chiudono entrambi gli occhi
  2. asp Rispondi
    Bisognerebbe definire cosa si intende con "sostituire i direttori generali". Perchè se si vuole solo aggiungere dei SOSTITUTI senza licenziare e citare per danni i SOSTITUITI, beh allora non ne verremo mai fuori. Ovviamente ai direttori generali sostituiti si deve aggiungere tutta la catena di comando fino all'ultima OSS, licenziati e citati per danni. Forse, dico forse, si otterrebbe qualche risultato. Cordialità
  3. Luigi Rispondi
    Se la situazione è quella descritta, permeazione mafiosa con caos amministrativo, a cosa serve un super commissario? Come fa a predisporre un piano operativo essenziale per una gestione così complessa, senza la leale collaborazione di DG, DA e DS delle aziende sanitarie?Qualora questa leale collaborazione fosse plausibile, perchè un super commissario? Non potrebbero i DG, DA e DS fare nelle Aziende sanitarie il lavoro del super commissario? Certo avrebbero bisogno della leale collaborazione di primari e dirigenti tecnici e amministrativi, che evidentemente non hanno trovato. Come è possibile che ira la forniscano perchè c’è un supercommissario? Temo che sia solo la mossa di uno Stato impotente. Se non si batte prima militarmente la n’drangheta, temo che la Calabria continuerà ad avere servizi pessimi e costosi..
  4. Savino Rispondi
    Mi pare chiaro come l'autonomia differenziata, con l'attribuzione degli introiti unitamente alla gestione del bilancio sanitario, rappresenti, dalla Calabria alla Lombardia (della "capitale morale" con sede San Vittore), la definitiva concessione in appalto di tutta la materia alla n'drangheta ed alle altre organizzazioni criminali.