logo


  1. Giorgio Sacerdoti Rispondi
    Ottimo e illuminante l'articolo del prof. Dordi. Io dubito però che i vantaggi commerciali (per gli USA e gli altri paesi) di questa grave violazione dei principi cardini del sistema multilaterale WTO - imposizione di dazi WTO-inconsistant per forzare l'altra parte a fare concessioni unilaterali - porterà ai benefici attesi. Gli USA di Trump non paiono mossi principalmente dalla richiesta che la Cina abbassi i suoi dazi all'import, bensì mirano alla protezione del mercato USA ( così per i ventilati dazi sulle auto anche nei confronti dell'Europa invece di chiedere caso mai all'Europa di allineare i propri dazi al livello più basso degli USA) e ad un ri-bilanciamento mercantilistico del deficit bilaterale: per es. ottenendo dalla Cina impegni all'acquisto di soia USA, un impegno che solo una (pur criticata) economia non di mercato può assumere. Staremo a vedere...