logo


  1. micheledisaverio Rispondi
    Articolo interessante e ricco di spunti. In particolare, è da notare in che modo una tariffa agevolata per i poveri sia trasformata in una tassa progressiva sulla povertà. Al contrario, il bonus idrico già esistente, dovrebbe essere reso concretamente fruibile, ad esempio introducendo una procedura semplificata di rinnovo automatico, qualora l'ISEE complessivo e la composizione del nucleo famigliare risultino invariati rispetto all'anno precedente, evitando l'onere di ripetere ogni anno l'intero iter approvativo. http://www.oipamagazine.it/2018/09/11/sconto-in-bolletta-pochi-lo-conoscono-e-ne-fanno-richiesta/
  2. Savino Rispondi
    Quella che i 5 stelle chiamano "acqua pubblica" è acqua gestita dalla politica, come per l'Acquedotto Pugliese che, più che far bere, ha fatto mangiare. Ma, ormai, l'incoerenza dei 5 stelle ha raggiunto livelli indescrivibili.
    • bruno puricelli Rispondi
      M'è piaciuta!