logo


  1. Paolo Rispondi
    Perché si interviene solo sui Npl e non anche sui derivati tossici in mano a tante banche (in particolari quelle tedesche e francesi)?
    • Henri Schmit Rispondi
      Si, speriamo che affondino una grossa banca tedesca e una media francese, poi le nostre staranno molto meglio! Ma siamo seri?
      • Paolo Rispondi
        Carina questa definizione della BCE come "affonda banche" :-)
        • Henri Schmit Rispondi
          Ottima analisi ... etimologica ! ;-)
  2. Henri Schmit Rispondi
    Penso che non ci sia alcun dilemma. Fuori il rospo! 30 anni fa il mio compito era di seguire per un gruppo bancario estero le controparti soprattutto bancarie italiane. Il mio primo criterio di esclusione era un ratio di sofferenze insoddisfacente. All'epoca non c'erano le regole condivise di classifica dei crediti difficili. Ma me la sono cavata, non abbiamo avuto alcun default, tutti i nostri concorrenti diretti anche più di uno. Bisogna indagare perché l'Italia continua ad avere un pessimo NPL-ratio nel confronto europeo ormai armonizzato. Un legislatore serio dovrebbe occuparsi di questo, asistito dalla vigilanza e dall'accademia.
  3. Savino Rispondi
    Nel rapporto con le istituzioni, le banche devono essere di roccia, mentre, nel rapporto con i clienti, le banche devono essere di vetro.