logo


  1. Giuseppe Cammarata Rispondi
    Per scelta etica compro dal negoziante sotto casa ed evito accuratamente tutti gli acquisti online, se non indispensabili. L'aumento dell'e-commerce va a beneficio delle multinazionali come Amazon, che sono anche i più colossali evasori fiscali della storia. L'e-commerce unito all'automazione della produzione industriale fa evaporare il lavoro, soprattutto quello di qualità. Ormai da oltre 70 anni dovremmo aver capito che ciò che è tecnologicamente possibile NON è AUTOMATICAMENTE un bene per l'umanità ed il nostro paese. Bene fanno gli italiani a restare al largo dagli acquisti online per moda. Capisco pure che l'autrice dell'articolo guadagna con l'e-commerce. Beh, per fortuna gli italiani resistono!
    • Stefano Baglio Rispondi
      L' automazione ha consentito a molte aziende italiane, in particolare quelle più efficienti e propense allo sviluppo tecnologico, di sopravvivere e talvolta imporsi all' interno di un contesto economico internazionale e fortemente competitivo. Lo struttura economica italiana si regge soprattutto sulla crescita economica generata da queste aziende (vedasi il peso dell' export italiano rispetto al pil). Le imprese hanno chiaramente l' interesse ad automatizzarsi e lo faranno (le migliori almeno), inoltre la crescita economica di un paese è conseguenza (anche) della crescita del settore imprenditoriale (che passa dalle innovazioni e dalla tecnologia). Per cui nulla di veramente concreto può essere fatto per impedire questo cambiamento di dimensioni gigantesche. La disoccupazione da sempre è il risvolto negativo delle tecnologie innovative, le quali al contempo creano e distruggono posti di lavoro. Il mondo si evolve, così come le competenze necessarie. Stavolta però i mestieri che scompariranno saranno molto più evidenti, per cui la vera problematica delle economie moderne sarà quella di trovare una soluzione che non lasci alla fame milioni di lavoratori e contemporaneamente non comprometta lo sviluppo tecnologico (necessario per lo sviluppo economico dei popoli). Ultimo punto: comprare su Amazon è più conveniente sotto tanti punti di vista (non soltanto il prezzo), il negozietto difficilmente può competere. Quindi mi pare ovvio che di moda non si tratti.
  2. Luigi Miglio Rispondi
    Dati molto interessanti. Confrontando i grafici colpiscono alcune differenza per gli stessi Paesi tra imprese che hanno ricevuto ordini e utenti che hanno fatto ordine. Si desumerebbe che il problema italiano sia l’offerta da parte delle aziende più che dalla domanda. Se l’offerta aumentasse aumenterebbe la domanda. Non solo. Le aziende italiane “esporterebbero” anche molto di più. Perchè c’è una così bassa offerta? Forse c’è troppo “nero”?
  3. Motta Enrico Rispondi
    Tra le conseguenze dell' e-commerce c'è da rilevare anche: la nascita di orrendi capannoni e magazzini nelle periferie e campagne; la perdita del piccolo commercio nelle città e paesi, dove i negozi hanno sempre costituito parte non piccola del paesaggio urbano; l'aumento del traffico per consegnare i pacchi. E forse altri effetti. Cerchiamo quindi di vedere i pro e contro dello scarso sviluppo dell'e-commerce nel nostro paese.
    • Federico Pi Rispondi
      Aumento del traffico per consegnare i pacchi? Considerato che un corriere stiva in un solo veicolo un quantitativo molto rilevante di pacchi, e che mediamente gli italiani si muovono in macchina, soprattutto fuori dalle metropoli? Gli orrendi capannoni poi sono una conseguenza inevitabile di un tessuto industriale funzionante, non mi pare saggio augurarsene la scomparsa. Per quanto riguarda i piccoli negozianti, purtroppo seguendo questa logica si rifiuta il progresso tout court: un'ipotesi che francamente non credo abbia senso commentare.
      • Federico Leva Rispondi
        Dopo la bancarotta di Sears, Toys'R'us e altri, che hanno migliaia di negozi di troppo e hanno sofferto la concorrenza del commercio elettronico, sarebbe bello vedere qualche demolizione. Magari nel complesso i "capannoni" potrebbero anche ridursi. Solo se la speculazione edilizia lo consentirà, però.