logo


  1. Rino Talucci Rispondi
    Logica dell'articolo: facciamo venire immigrati da tutto il mondo così per "assisterli" spendiamo miliardi di euro e con quelli creiamo occupazione per giovani italiani. Magari si potrebbe aiutare le imprese italiane a creare occupazione diminuendo il carico fiscale e contributivo. O magari dando la possibilità ai giovani di creare imprese agevolandole fiscalmente e con contributi. La verità è che sinora gli immigrati sono serviti a un lucroso business, prima con "l'assistenza" poi creando manodopera ricattabile e quindi a bassissimo prezzo. Oppure poi a creare manovalanza per la malavita. Quindi bene ha fatto il governo a spezzare questa spirale perversa. PS: e poi conosco giovani impegnati nella "assistenza" che sono a loro volta sfruttati..
  2. shadok Rispondi
    Quindi il sistema sprar è positivo perché "fa girare denaro"?, ma un effeto del genere lo avrebbe, a parità di costi e ricordiamoci che si tratta di spesa pubblica, se invece di finanziare il sistema sprar si finanziassero corsi di cucina, o di giardinaggio!, anche qui si creerebbe un indotto! Magari il sistema sprar va difeso (e possibilmente migliorato) sulla base dei risultati in termini, ad esempio, della percentuale di immigrati che dopo "x" anni hanno trovato un lavoro.
  3. Pradelli Edo Rispondi
    E' proprio questo che interessa ai nostri imprenditori. L'indotto!!!!
  4. Federico Leva Rispondi
    "Cancellare l’unico sistema pubblico di accoglienza che funziona appare come uno dei più folli obiettivi politici": è però perfettamente logico dal punto di vista del calcolo politico. Sprar va chiuso proprio perché funziona, idealmente prima che gli elettori si accorgano che funziona. Se non funzionasse, non ci sarebbe fretta; ma se funziona, c'è il rischio che gli elettori comincino a credere che la Repubblica può affrontare delle questioni e risolverle, invece che esacerbarle. *** Negli USA, Krugman insegna che i Repubblicani avevano e hanno una fretta pazza di uccidere l'Obamacare proprio perché stava e sta funzionando: era ed è indispensabile farlo fallire prima che si consolidi e che gli elettori si accorgano che lo stato può risolvere dei problemi fondamentali come la sanità in modo efficiente, altrimenti diventerà impossibile smantellare i programmi sociali, rendere i poveri ancora piú poveri e i miliardari piú ricchi.
  5. Savino Rispondi
    Lo Stato deve possedere una vera rete strutturale (e non emergenziale) di accoglienza e di integrazione e deve farsi dare i soldi dall'Europa per fare ciò. Basta con le gestioni padronali dei sindaci, dei parroci e dei privati.
    • Franco Rispondi
      Di che soldi parliamo? I profughi generano ricchezza, danno posti di lavoro agli italiani; di che soldi avremmo bisogno?
      • Savino Rispondi
        Vadano gli italiani a raccogliere ortaggi per 2 Euro l'ora! Altro che la pacchia del reddito di cittadinanza o di quota 100. Invece di stare comodamente al bar o sul divano, gli italiani si mettano al lavoro, a partire dai mestieri più umili.
      • gian Rispondi
        Questi non creano ricchezza se vengono mandati ad elemosinare davanti ai negozi. Altro che produrre ricchezza, la maggior parte viene abituata a vivere di elemosina che è la peggiore cosa che ad un uomo che vuole essere libero può capitare. E' una vergogna immane insegnare loro a mendicare, in primis è diseducativo. Ogni essere umano deve lavorare e prendere un onesto salario per vivere.