logo


  1. Savino Rispondi
    C'è un problema più grande, che è quello della fedeltà verso la pubblica funzione. Il digitale fa fare in un giorno ciò che normalmente si farebbe in un mese. Va bene, ma oggi il guaio per un cittadino è che i ritardi dei tempi burocratici sono di anni e non potrà essere solo la tecnologia a smaltirli. Ci vogliono i giovani, quindi, soprattutto perchè hanno una mentalità diversa, un approccio più sensibile verso alcune tematiche (si pensi all'ambiente, all'urbanistica, alle infrastrutture), perchè, reduci come sono da disoccupazione, precarietà e sacrifici, si accontentano di fare un lavoro di pubblica utilità per uno stipendio normale, senza la delinquenza di pretendere tangenti dagli utenti nè l'arroganza dei cavilli sindacali, nè la digressione dei furbetti del cartellino.
    • Riccardo Rispondi
      E' vero, ma è anche vero che la mole di leggi e cavilli a cui un dipendente pubblico ogni giorno deve sottostare, esempio gare appalto, è enorme! E' necessario semplificare.
    • Luigi Rispondi
      Una PA vecchia non è in grado di digitalizzarsi per "fare in un giorno ciò che normalmente si farebbe in un mese", e non mi riferisco all'età anagrafica degli addetti. Gli applicativi in dotazione alle PA sono inefficienti, un semplice protocollo che era un tempo un timbro a data con un contatore che aumentava di uno ad ogni pressione, oggi è un sistema documentale, che dovrebbe permettere di tracciare il fascicolo per tutto il suo iter procedimentale, ma in realtà, visto che l'applicativo, già farraginoso di suo, non è integrato con quelli necessari in quel procedimento, risulta essere un pesante orpello, usato controvoglia quindi male, che alla fine fa perdere più pratiche di prima. Mi capitò di incontrare una persona di quelle selezionate per interfacciarsi con la società di informatica per implementare le soluzioni che saranno utilizzate da tutti gli uffici, e lì ho compreso, illuminato sulla via di Damasco! Si trattava con evidenza, di un soggetto con capacità inferiori alla media. Ecco cos'era successo: il dirigente al quale era stata richiesta un'unità da destinare a quel delicatissimo incarico, non era stato tanto lungimirante da privarsi di uno dei migliori elementi, magari di chi avesse competenze sia "core" che informatiche, ma aveva preferito distogliere dal lavoro ordinario l'ultimo degli addetti, si era sostanzialmente scaricato di un peso, non avvedendosi che tale peso sarebbe gravato poi per anni sull'intera struttura, producendo un applicativo inadeguato.