logo


  1. Ricardo_D Rispondi
    Ottimo articolo che spiega da dove viene il mercato della CO2 e il suo recente exploit. Mi permetto di osservare che un 'no deal' per Brexit potrebbe scatenare elevata volatilità già nel prossimo trimestre minando la fiducia sul funzionamento mercato. Già lo scorso anno ce ne fu un assaggio. Sarebbe interessante un'analisi da parte degli autori dei potenziali effetti. Grazie.
  2. Matteo Rispondi
    Non sarebbe meglio tradurre “carbon” con “anidride carbonica”?
    • Filippo Rispondi
      Si, sarebbe meglio. Se non altro perché una tonnellata di carbonio emessa equivale a circa 3.6 tonnellate di CO2 (chiaramente nella realtà non è che gli impianti emettano carbonio puro, ma tant'è). In inglese si usa "carbon market(s)" per una questione di tradizione e il peccato di tradurre letteralmente è veniale; però è vero che il lettore meno esperto potrebbe giovare da una traduzione più precisa.