logo


  1. Redazione lavoce.info Rispondi
    Se tra “la comunicazione che applaude” il lettore Danilo include anche lavoce, si rassicuri: gli autori degli articoli pubblicati su questo sito non sono prezzolati (altrimenti ci giocheremmo la reputazione!) e nemmeno pagati (perché le nostre finanze non lo permettono). Capita a tutti che qualcuno sostenga idee e punti di vista diversi per convinzione e non perché dietro le quinte c'è chi gli passa una mazzetta! Inoltre, lavoce.info cerca di ospitare un dibattito costruttivo, che per sua natura contiene punti di vista diversi.
  2. Danilo Rispondi
    Tra tutte le forme di imposta, l'inflazione è la più lurida. Il "Principe Stato" anzichè dichiarare apertamente le proprie intenzioni emette carta moneta per acquisire beni che altrimenti non potrebbe disporre. L'aumento del circolante ne dimunuisce il valore e con esso i redditi espressi su base monetaria. Sentire tutta la comunicazione applaudire a questa pratica mi lascia da un lato sconcertato, dall'altro mi fa (superficialmente?) pensare che i comunicatori siano prezzolati.
  3. fatti neri Rispondi
    borsari ha ragione da vendere, qua si sta dimenticando che abbiamo subito aumento iva ripetutamente e abbiamo accise su carburante, quindi gli aumenti maggiori il cittadino li paga in bollette e alla pompa cosa che determina solo aumenti dei beni senza riscontro alcuno sui redditi qualunque essi siano e non godiamo certo di un aumento istat contrattuale su beni svalutati da eccessiva tassazione come il mattone. messi male è dire poco,,,senza dazi moriremo di fame.
  4. STEFANO BORSARI Rispondi
    Non riesco a condividere l'entusiasmo da tanti professato verso l'obiettivo dell'inflazione. Persone con redditi ridotti e fissi (gran parte della popolazione) ne traggono soltanto svantaggio: con il 2% di inflazione viene sottratta ogni anno una settimana di reddito, in quattro anni si perde un mese intero di reddito. Occorre qualificare le analisi e iniziare a vedere a chi conviene una data cosa. Le medie sono sempre più fuorvianti, e sono molto comode per chi ha a disposizione i famosi due polli di Trilussa. L'analisi teorica ha bisogno sempre più di posare i piedi sulla Terra.