Lavoce.info

Rendere l’Eurozona più resiliente: cosa serve subito e cosa può aspettare?

Con la Brexit diventa di ancora più urgente attualità il rafforzamento istituzionale dell’eurozona.

Un gruppo di economisti del Cepr di Londra (i “resiliency authors”) ha presentato una serie di proposte da fare subito e più gradualmente su banche, finanza pubblica e altre regole di funzionamento dell’unione monetaria.

Sul sito voxeu.org (consorziato con lavoce.info) si potranno leggere altri articoli nei prossimi giorni e settimane.

Lavoce è di tutti: sostienila!

Lavoce.info non ospita pubblicità e, a differenza di molte altre testate, l’accesso ai nostri articoli è completamente gratuito. L’impegno dei redattori è volontario, ma le donazioni sono fondamentali per sostenere i costi del nostro sito. Il tuo contributo rafforzerebbe la nostra indipendenza e ci aiuterebbe a migliorare la nostra offerta di informazione libera, professionale e gratuita. Grazie del tuo aiuto!

Precedente

Regno Disunito

Successivo

Con i salari bassi cresce il rischio deflazione

  1. Francesco

    Un gruppo di economisti del Cepr di Londra?!?!? Scusate sono io che ho ecceduto con il vino o c’è qualcosa di assurdo in questa frase!?!? Siamo alla soglia di un cambio epocale centrifugo per movimenti su linee nazionalistiche con esiti allucinantemente incerti sia per chi se ne va che per chi resta e cosa facciamo? Ne parliamo con un gruppo di economisti basati ed incentrati a Londra perno di chi avrà distrutto l’Europa come l’abbiamo conosciuta fin’ora!?!? Un gruppo di economisti del Cepr o altro istituto di Parigi o Berlino o Milano o Madrid o NY o Hong Kong o Zurigo oppure St. Pietroburgo, immagino non sia nè così glamour nè così pronto tecnicamente ed a livello di competenze come quello basato a Londra però innegabilmente giusto e corretto dal punto di vista della comunicazione verso chi si propone di riflettere. Io vi avverto chi ne leggerà le conclusioni o non gli si dirà chi le ha elaborate e quindi via con la benzina sul fuoco dei “i popoli sono ignoranti e non guardano il contenuto e non bisogna quindi lasciare spazio ai populismi” o immancabilmente se si pubblicherà che panel è, dov’è basato e quali funzioni ha avuto è chiaro che molti diranno ma è ASSURDO!

Lascia un commento

Non vengono pubblicati i commenti che contengono volgarità, termini offensivi, espressioni diffamatorie, espressioni razziste, sessiste, omofobiche o violente. Non vengono pubblicati gli indirizzi web inseriti a scopo promozionale. Invitiamo inoltre i lettori a firmare i propri commenti con nome e cognome.

Powered by WordPress & Theme by Anders Norén