logo


  1. Michele Rispondi
    Nazionalizzare tutte le autostrade. Pagando ai privati quello che pagarono (se mai) ai tempi delle privatizzazioni. Altro che contributi pubblici alle varie brebemi!
  2. Nicolò Rossetto Rispondi
    In certi casi sono contrario alle politiche di liberalizzazione e privatizzazione, ma situazioni come quella descritta danno bene la misura di quanti siano i problemi nel settore dei trasporti che una bella ventata di liberalismo, seguita da una attenta e indipendente regolazione economica, potrebbero risolvere. Immagino che anche con la famosa Brebemi, opera fino ad ora poco utilizzata, prima o poi ci dovremo collettivamente mettere una pezza. Come al solito: profitti privati e perdite collettive (sebbene in parte, data la proprietà dei concessionari autostradali questi profitti privati diventino in parte pubblici). L'unico a rimetterci tanto sono l'ambiente e il paesaggio, che vengono sempre più deturpati.
    • leopoldo Rispondi
      pienamente d'accordo anche se sulla ventata di liberalismo (che potrebbe trasformarsi in populismo) ho qualche dubbio. Naturalmente la prima cosa, per cui combattere veramente e seriamente, è il rispetto per l'ambiente e il paesaggio.