logo


  1. Mario Calandra Rispondi
    Che sconforto! Purtuttavia, articoli come quello che ho testé letto mi riempiono di orgoglio per essere concittadino dell'autore e mi fanno sperare nel futuro fino a che sentirò simili voci. Sui politici è preferibile non dire nulla onde non scadere nel volgare; del resto, sin dall'unità d'Italia si sono comportati così. Ha ben detto "fabrizio"..
  2. luca pozzoni Rispondi
    manca un P.S.: l'orchestra più finanziata d'Europa è l'Accademia di Santa Cecilia di Roma, 15,6 milioni di euro l'anno
  3. maurizio Rispondi
    Ben venga una misura asettica delle performance di un orchestra, che serva per distribuire i finanziamenti dello stato
  4. bob Rispondi
    ...l'Italia dei campanili che non va da nessuna parte!
    • SERGIO Rispondi
      Commento esatto!!!!
    • fabrizio Rispondi
      Concordo pure io: siamo un Paese dove i localismi esasperati bloccano ogni ragionamento di merito a livello nazionale; dalle banche alle fiere agli sport alle orchestre è tutto un tiramento da parte di politici e politicanti da strapaese. Altro che interesse (e unità) nazionale. Uniti sì: nell'arraffo di risorse per scopi localistici.