logo


  1. Nicolas Rispondi
    le indagini andrebbero costruite non con le aliquote nominali ma con l'effettivo rapporto tra il netto percepito ed il reddito lordo da imposte e contributi, sommando, naturalmente, tutte le imposte/tributi/tasse/contributi. Ne verrebbe che la tassazione in italia supera il 65/70 % del reddito. Insopportabile. Aggiungiamo la restrizione alla circolazione del contante (che solo questa provoca riduzione del PIL) ed la pazzia degli accertamenti fiscali sulle movimentazioni bancarie non giustificate (prelevo 1.000 di contanti e lo stato mi tassa come sovrareddito).
  2. serlio Rispondi
    Ancora una volta uno studio tendenzioso o perlomeno chiaramente indirizzato sulla linea politica economica di questo sito. alla faccia della scientificità, del tutto presunta. Il problema ignorato da questa ricerca è il contesto entro cui si applicano le tasse sugli immobili: oltre a iva al 22%!, accise sui carburanti a loro volta sottoposte ad iva, etc etc, etc, siamo in un regime di vera estorsione fiscale. se si esaminasse il contesto fiscale ci si renderebbe conto di quanto la ignobile patrimoniale sugli immobili sia stata la classica goccia che....