logo


  1. Giuseppe De Arcangelis Rispondi
    Perfettamente d'accordo sulla proposta che potrebbe rappresentare un'ottimo indicatore di internazionalizzazione. Accanto a questo pero' occorre avere delle correzioni per discipline e argomenti che definirei "nontradable" ma comunque di qualita'. Si tratta di una riflessione portata avanti anche in altre sedi: in economia si tenderebbe a scrivere sempre meno sull'economia italiana perche' le maggiori riviste internazionali sono meno interessate ad argomenti rilevanti di questo tipo, mentre ci sarebbe un incentivo a scrivere di piu' su argomenti rilevanti per l'economia USA o UK anche da parte di ricercatori italiani essendo le maggiori riviste Isi/Scopus collocate in USA e UK.
  2. AM Rispondi
    Nella prima tornata delle abilitazioni si sono registrati in alcune discipline risultati sconcertanti. Alcuni studiosi noti all'estero sia per attività didattica in università di altri paesi sia per le pubblicazioni (con numerose citazioni starniere) sono stati bocciati, mentre sono risultati abilitati altri studiosi meno noti a livello internazionale. Questi risultati fanno pensare a giochi di scuola per eliminare concorrenti alla copertura di certe cattedre