logo


  1. Piero Rispondi
    Informazione sbagliata. La Grecia deve i soldi al fondo Esm, dove noi abbiamo già versato i soldi, in caso di default della Grecia noi non dobbiamo pagare nulla, le nostre banche hanno pochi miliardi di titoli greci, noi rischiamo solo questi. La Grecia non deve essere salvata da noi, ma dai tedeschi che prima del 2012 avevano oltre 60 miliardi di titoli greci, con la ristrutturazione li hanno piazzati nel fondo Esm, ossia ripartiti tra tutti, oggi se si vuole salvare la Grecia si deve vedere come era ripartito il rischio nel 2009. Se anche la Grecia va in default si mette in discussione la struttura europea, ciò è giusto, non si può vivere sempre solo di paura, tutti devono sapere cosa succede se un paese non paga. Non succede nulla.
  2. Lui Rispondi
    Quanto dobbiamo ancora spendere per riavere i 43 mrd? Stiamo sfrattando gente impoverita in casa nostra, licenziando abili lavoratori per non riempire di prodotti inutili i magazzini, ... A ognuno il suo, senza abusare della fiducia altrui, che altrimenti verrebbe meno! La vita si mantiene con l'Economia, l'acquisizione dei beni, e questa circola più velocemente con cartolarizzazioni e registrazioni finanziarie, nonchè fidejussioni, assegni, Bot, Certificati di Credito, ecc. Siamo creditori e debitori contemporaneamente e corriamo il rischio di ferirci su un piano o sull'altro!
  3. Alessandro Rispondi
    A che serve il QE....al posto di comprare titoli AAA+ (che non hanno bisogno di essere acquistati) prendessero tutti i titoli con rating basso..... Se poi fossero stati intelligenti il QE l'avrebbero fatto quando tutti i titoli stavano sotto la parità....un buy back... è ti ritrovi il debito entro il 60% del PIL in poche ore...non settimane! Lo fanno adesso...di nuovo per salvare le banche! Ma perfavore!
  4. Enrico Rispondi
    Ma salvarla non sarà un pasto gratis: ci vorranno altri soldi, insomma una spirale in cui metteremo più soldi per ridurre il rischio di perdere quelli già messi....Non funziona mai (chi presterebbe soldi in piu ad un vicino dic asa che già non restituisce quelli dati?)
  5. Massimo Matteoli Rispondi
    Quindi abbiamo 43 miliardi di buoni motivi per salvare la Grecia ed evitare il suo fallimento.
    • Giovanni Fattori Rispondi
      Sarebbe opportuno nonché leale spiegare ai lettori come sono stati finanziati quei 43 miliardi e a chi sono stati girati. Potrei anticipare tre sostantivi: Austeritá montiana, Banche del nord europa. Ma temo che continueremo con sterili polemiche. (stessa cosa dicasi per la Spagna). Tasse italiane per sovvenzionare la paradossale situazione creditizia fantascientifica di tanti pseudo colossi bancari tedeschi, olandesi e francesi.