logo


  1. Bruno Perin Rispondi
    Commento interessante e condivisibile che si aggiunge ai tantissimi analoghi giudizi che si leggono da parecchi anni. L'analisi è quindi oggettivamente acclarata ma le soluzioni si limitano a richiedere maggiori finanziamenti che mancano o vengono spesi male. Fermo restando l'intervento dello stato sui LEA, occorre andare incontro alle famiglie che si trovano nelle condizioni di sopperire all'assistenza domiciliare con badanti o caregiver. Permettendo di portare a deduzione dal reddito l'intero costo della badante si farebbe emergere l'enorme fenomeno del lavoro nero e le entrate fiscali e previdenziali compenserebbero il costo. Si avvierebbe una seria politica di formazione professionale, si ridurrebbe l'intervento sanitario e si aumenterebbe l'occupazione femminile. I comuni potrebbero stimolare fondi di mutualità per la non autosufficienza per la copertura del costo residuo della badante al netto dell'assegno di accompagnamento. La Sardegna ha fatto una cosa analoga registrando buoni risultati. Riflettiamoci
  2. Giovanni Teofilatto Rispondi
    Condizione necessaria è fine dell'ezport e condizione sufficiente fine di Battiato e delle import sfortunate: onde CENTRO gravitazionali.