logo


  1. Luigi Rispondi
    Pensione integrativa. Negli anni '60,un marengo svizzero si comprava per otto mila lire (come un mazzo di fiori) oggi 50 anni dopo viene quotato 277 euro.è aumentato di 70 volte.
  2. Silvestro De Falco Rispondi
    Chiedo scusa volevo dire solo "sui suoi costi?"
  3. Silvestro De Falco Rispondi
    Non ho capito una cosa. Se la banca diventa creditrice dell’azienda immagino che vorrà degli interessi dall’azienda. E questi interessi non sono più alti della rivalutazione del TFR? E se l’azienda paga tassi di interesse più alti del tasso di rivalutazione questa differenza non incide negativamente sui suoi costi? capitale?
  4. Hk Rispondi
    25% in più! Fantastico peccato solo che l'azienda ci aggiunge 2800 € in più dei suoi, che se fosse considerata la valutazione della rivalutazione la differenza sarebbe minima. Ma siete davvero sicuri che questi soldi ci saranno davvero fra qualche anno? Siete sicuri che questi consigli siano davvero nell'interesse dei lavoratori? Certo sono nell'interesse di INPS e fondi sindacali.
  5. VITTORIO SALVATI Rispondi
    Ho letto con molto interesse l'analisi e le riflessioni del dott. Tronconi. Le condivido sia nell'impostazione che nelle conclusioni. In particolare la controproposta finale che per la sua importanza, semplicità e ragionevolezza avrei intitolato col geniale titolo del saggio di Giuseppe Berto "Modesta proposta per prevenire". Spero che chi di dovere lo tenga in dovuto conto.