logo


  1. marco Rispondi

    Visto che non c'è una visione solidaristica e unitaria a livello europeo mi piacerebbe fare un bel salame alla Merkel e tornare a una bella moneta svalutata che ci permetta di aumentare le esportazioni (specialmente in Germania) e di tornare ai nostri stipendi anni 90' in lire.

  2. SAVINO Rispondi

    Sulle macerie politico-economico-sociali italiane è in atto un'operazione di sciacallaggio. Alfano, Bersani e Casini (che pensano di stare in maggioranza quando, in realtà, sono commissariati) danno l'ultimatum alla Fornero su riforme strutturali attese da una vita; Bossi dichiara apertamente di non aver pagato l'IMU (confido nel pronto intervento delle Fiamme Gialle); Grillo parla di democrazia 2.0 manipolando gli italiani smemorati. Il biscotto è servito.

  3. AM Rispondi

    Spagna e Croazia hanno dato una lezione di etica sportiva. Almeno nello sport i PIGS si sono mostrati più corretti degli scandinavi. Anche la combattività della Grecia desta ammirazione e penso che molti europei tiferanno per la squadra ellenica nella partita con la Germania.

  4. Piero Rispondi

    Da diversi mesi commentando gli articoli, affermo che la soluzione della crisi avviene risolvendo il problema alla radice: la causa della crisi e' la mancanza di fiducia nei debiti governativi dei paesi euro causata dalla privazione degli stessi della politica monetaria, quindi o si fa ritornare la fiducia nei debiti governativi o gli stati si riappropriano della politica monetaria uscendo dall'euro oppure cambiando i compiti della Bce. Finalmente si parla di utilizzare il fondo per l'acquisto dei titoli statali sotto attacco della speculazione, si dovrebbe osare di piu', a mio avviso con una manovra estesa in un decennio si dovrebbe acquistare almeno il 50% dei debiti statali dei paesi euro con tale fondo, nel decennio il fondo si potrebbe alimentare con un'aumento delle aliquote IVA dell'intera ue; in tale modo la speculazione cessa automaticamente, i tassi ritornano nella normalita', allora si si possono fare ognuno i compitini a casa propria.

  5. Piero Rispondi

    Lo sport e' troppo serio rispetto ai politici, non poteva permettersi nè il biscotto nè il biscottino all'Italia, cosa che invece la Merkel con l'aiuto di Napolitano e Monti hanno provveduto a fare un biscottone all'Italia, spero che con Hollande la musica cambi e vi sia una presa di posizione forte contro la politica tedesca per salvare l'unione europea.

  6. Piero Rispondi

    Se Monti fosse corretto con gli italiani, la Merkel con gli europei, Draghi prendesse la giusta posizione sulla moneta unica, oggi la situazione sarebbe cambiata, ci raccontano solo storie false, tendenti al raggiungimento dei loro obiettivi, leggo sul Il sole 24ore l'articolo di Bastasin, dove il passato governo aveva minacciato la Merkel che l'Italia sarebbe uscita dall'euro, si stava attuando una linea dura con la Germania per fargli cambiare l'idea che ogni paese doveva fare i compitini a casa propria, dopo che loro con l'euro hanno avuto solo dei vantaggi a scapito dei restanti paesi dell'Unione, ma Napolitano ha mandato a casa il governo e ci ha messo Monti che fino all'elezione di Hollande ha lodato la Merkel. E' piu' serio il calcio.