logo


  1. Alex Santucci Rispondi
    L'articolo è corretto, ma lacunoso perchè omette di dire che sono state poste in essere quelle politiche di convergenza al nostro ingresso nell'Euro, la cui introduzione non ha impedito quelle mutazioni dei tassi di cambio reale. Per cui, come previsto da Fleming, ma anche da Robert Mundell, tra i padri dell’euro, l’unico modo per ridurre gli squilibri in un'area monetaria, non potendo fare leva sulla moneta, la sola via percorribile è la deflazione salariale ovvero austerità, utili a raggiungere quella convergenza dei tassi inflattivi per colmare gli squilibri di competitività che devono salvaguardare i crediti tedeschi, ma questa è tutt'altra altra faccenda.