logo


  1. rob Rispondi
    "L’unico cambiamento importante e significativo degli ultimi anni è da riconoscersi alla legge 120/2011 (Mosca Golfo) che ha introdotto in Italia l’obbligo temporaneo di rispettare un’equa rappresentanza di genere nei consigli di amministrazione e collegi sindacali delle società quotate e partecipate pubbliche". Questo che per Lei è un cambiamento significativo per il il mio modo di pensare è medioevo buio. Si rende conto cosa può essere un Paese che parla di "quote rosa"? Parlare di questo è esattamente come parlare del Porcellum nella legge elettorale. Sparita, negli ultimi 40 anni la cultura del lavoro e del merito, un Paese è alla mercè di mediocri masanielli in politica e dintorni, che oltre a non avere materialmente neanche lavorato non sanno cosa sia un Curriculum da spedire o un colloquio da sostenere, non sanno cosa vuol dire un piano di sviluppo etc. Io potrei avere una azienda piena di donne o viceversa a secondo che delle esigenze dettate dalla capacità dimostrata, dalla volontà , dall'impegno. La cosa più offensiva che si può fare alle donne come persone e parlare di "quote rosa". Meraviglia che qualcuno invece di rispettare l'intelligenza e le capacità di una persona, ci faccia sopra una "legge" che offende principalmente proprio il buonsenso, l'intelligenza e il merito. Una parte di questo Paese cresciuta a pane e politicucchia sta diventando una zavorra veramente insopportabile.
  2. Minamoto no Yoritomo Rispondi
    Quando ci sarà il giorno dell'uomo?