logo


  1. Bumblebee Rispondi
    Qui si trascura anche che l'attuale sistema del catasto italiano, che è basato sul dualismo catasto/uffici del registro, favorisce l'accumulo di omissioni e di registrazioni non aggiornate. Basti dire che ogni momento si legge sui giornali: "1 milione di stabili non censiti". Notizie, ancora una volta, che dimostrano che l'Amministrazione pubblica, in Italia, per una esplicita scelta politica, non viene messa in grado di funzionare. Tutto questo non avviene negli stati - specialmente del nord Europa - in cui, da oltre 2 secoli vige il sistema del "catasto tavolare", per cui i proprietari sono costretti a pretendere l'aggiornamento delle registrazioni catastali, che va anche a vantaggio del fisco. Questo sistema, in Italia, vige ancora nel Trentino-Alto Adige e in provincia di Trieste, residui della Kakania. Come mai questo sistema non è stato adottato anche in Italia? Eppure, lo si era tentato, a suo tempo, nelle colonie. Forse che i notai non lo vogliono, perché la loro funzione perderebbe di importanza?