logo


  1. antonio petrina Rispondi
    credo che capire chi sta dalla parte dei debitori ( rectius: cattivi pagatori,comuni in primis) sia anche una scelta obbligata nella conoscenza del fenomeno e del loro riprodursi ,come già la Voce,in passato ha analizzato tale fenomeno dei ritardi dei pagamenti ,attribuibili unicamente ad una norma capestro applicativa in sede domestica del patto europeo di "crescita e sviluppo" , definito "stupido" da chi lo introdusse nel lontano 2008, ora "allentato" sia dal governo Monti e dal progetto della L di stabilità 2014 per venire incontro alla direttiva europea dei pagamenti velovi,che ,nondimeno altri eell, applicano e son buoni pagatori in compagnia di cattivi pagatori.